L'olio extravergine di oliva merita di essere utilizzato "a crudo"

L'olio ExtraVergine di Oliva è un olio ottenuto dalla prima spremitura delle olive. I processi di estrazione dell'olio extravergine di oliva sono MECCANICI e si esclude totalmente l'impiego di mezzi o processi chimici; Olio extraverginele varie fasi di lavorazione NON devono incidere sulla qualità dell'olio che, a prodotto finito, deve risultare integro e ben conservato. Ciò che riflette in maniera realistica l'idoneità dei processi di lavorazione dell'olio (raccolta delle olive, conservazione delle stesse, estrazione e tempistiche di lavorazione) è il parametro ACIDITA'; il pH dell'olio extravergine di oliva rappresenta, assieme ad alcune proprietà organolettiche e gustative, il parametro fondamentale nella valutazione qualitativa del prodotto che non deve superare lo 0,8% di C 18:1 libero.

Le proprietà nutrizionali, paragonate a qualsiasi gasso da condimento, sono decisamente migliori; partendo dal presupposto che si tratta di un alimento ampiamente gradito grazie a gusto e palatabilità tipici, l'olio extravergine di oliva merita di essere utilizzato "a crudo" con frequenza libera ma in dosi proporzionate alle reali necessità caloriche del soggetto. Infine, ricordiamo che l'olio extravergine di oliva apporta vitamine, antiossidanti, fitosteroli ed acidi grassi monoinsaturi, pertanto, in sostituzione alla porzione lipidica satura di origine animale (grassi contenuti nei formaggi, nelle carni e derivati grassi, nelle uova ecc) può determinare un significativo vantaggio nutrizionale.

Share this Post: